ORARI DI APERTURA

 

Lunedì-Mercoledì-Venerdì         14:00-20:00

Martedì-Giovedì                           15:00-20:00

Sabato                                           10:00-14:00

 

  • Facebook Basic Black
  • Google+ Basic Black
  • Twitter Basic Black
  • Instagram Basic Black

© 1983 CENTRO STUDI MUSICALI ROMA DI Anna Gutling

CONTATTI

 

Via G. Pierluigi da Palestrina, 58 

00193 Roma - Piazza Cavour

segreteriacentrostudimusicali@live.it

Tel: 06.45472876

Cel: 347.6244952

Luca Primo (Basso Elettrico)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Inizia la sua formazione musicale nei primi anni 90 presso l’Associazione Culturale M.I.A. del Maestro Toni Armetta, dove intraprende lo studio del Basso Elettrico, approfondendo gli aspetti tecnici esecutivi e l’emissione del Suono.

Lo studio dello strumento si è articolato in un percorso che, partendo dalla musica Classica e il Jazz, ha coperto tutti gli aspetti dell’Arte del Basso Elettrico moderno, quali l’uso di strumenti a 5 e 6 corde, l’uso del Basso ‘fretless’ (senza tasti) e la capacità di suonare nello stile di strumenti differenti quali: sassofono, tromba, chitarra, pianoforte, percussioni. Raggiungendo così una grande gamma di possibilità espressive (armoniche, melodiche e ritmiche) sullo strumento.

Contemporaneamente consegue la licenza di ‘Solfeggio, Teoria e Dettato Musicale’ da privatista al Conservatorio Morlacchi di Perugia.

Un aspetto importante della formazione col Maestro Armetta è stato lo studio approfondito dell’Improvvisazione jazzistica e dell’Armonia moderna. Quest’ultima, in particolare, ha posto le basi per l’attuale attività di compositore e arrangiatore.

Proseguendo la preparazione presso l’Associazione Culturale M.I.A. intraprende lo studio del Contrabbasso Classico sotto la guida del Maestro Armetta; approfondendo ulteriormente la preparazione col Maestro Giulio Caruso tenta l’ammissione al corso di Contrabbasso Classico al Conservatorio Musicale ‘S. Cecilia’ di Roma dove viene ammesso alla classe diretta dal Maestro Massimo Giorgi, ottenendo il compimento inferiore. Ha svolto, negli anni, ulteriori approfondimenti didattici con Mattew Garrison, Hiram Bullock, Alain Caron, Alfredo Santoloci, Giorgio Rosciglione, Paolo Damiani e Stefano Nunzi.

Nello stesso periodo (2000-2001) inizia l’attività didattica presso l’Associazione Culturale M.I.A. (dove ha coperto il ruolo di segretario, coordinatore didattico e assistente allo studio di registrazione Doctor Strauss) come insegnante di Basso Elettrico, Solfeggio e Teoria, Contrabbasso (Classico e Jazz), Armonia e Improvvisazione Jazz e direttore di Laboratori di Musica d’Insieme e di Improvvisazione, questi ultimi mirati soprattutto ad avvicinare gli allievi più giovani alla conoscenza di linguaggi musicali più complessi come il Jazz e la Fusion. Attività che prosegue passando per varie strutture didattiche di Roma quali ‘Ritmix Istituto Musicale’, Ass. Cult. ‘Artidee’, Ass. Cult. ‘Modern Times’, Università Popolare UPTER.

Le esperienze lavorative nella musica dal vivo come Bassista e Contrabbassista spaziano dal Rock al Jazz, dal Blues alla Fusion, alla musica orchestrale; con escursioni in gruppi di musica folkloristica. Ha partecipato a realizzazioni di spettacoli teatrali, musical ed è il Bassista/Contrabbassista del coro “Canto e Discanto” dell’UPTER diretto da Milli Taddei e arrangiato da Alessandro Albenga, insegnante di Organo Rinascimentale al Conservatorio ‘I. Refice’ di Frosinone. Durante questa attività ha diviso il palco e ha registrato in studio con musicisti quali Rodolfo Maltese, Antonello Salis, Salvatore Corazza, Enrico Ciacci, Massimo Carrano, Claudio Mastracci, Ludovico Piccinini, Frank Isola, Stefania Calandra, etc.

L’attività discografica lo ha visto impegnato in progetti Pop/Rock e Blues. Di notevole interesse per la critica italiana e internazionale è stato il disco “Terra 42” della band Progressive/Rock romana “L’Ira Del Baccano” dove il lavoro al Basso Elettrico è stato molto apprezzato.

Di futura e prossima realizzazione per l’etichetta ‘Alfa Music’ è il disco di Contemporary Jazz “Arketypos Trio”. L’omonimo Trio di cui è co-fondatore con Gianluca Costa e Antonio Carboni presenta brani originali e arrangiamenti che esaltano la qualità compositiva e strumentale del bassista e di tutti i componenti in una sintesi di linguaggi che spaziano dal Jazz contemporaneo e di stile ‘Hard Bop’ fino a incursioni nella tradizione melodica e ritmica ‘Mediterranea’ filtrata dal suono originale del Trio.